Workshop intensivo di lavoro scenico: "ESSERE VERI IN SCENA"

 

TEMA DEL WORKSHOP
In scena l’azione deve essere fondata e utile, che risponda cioè a uno scopo. Questa, allora, è vera. Si devono evitare atteggiamenti ingiustificati: non c’è posto per i convenzionalismi teatrali.
Occorre essere, non basta mostrare, non ci sono scorciatoie possibili se si vuole evitare l’inespresso, l’approssimativo e l’inautentico. E il pressappoco e l’approssimazione sono cose che l’arte non tollera. Perché solo una verità può produrre altre verità.
Occorre saper riconoscere la differenza tra l'essere naturale, e l'essere reale; cercare la bellezza, non il piacevole; l’espressione, non l’effetto teatrale.

 

DESCRIZIONE
L’attore è spesso condizionato da pregiudizi che gli impediscono di cogliere e rappresentare l'essenza dei personaggi che incontra. Per un attore l’obiettivo è quello di ascoltare e stimolare gli impulsi, agire in base ad essi con le azioni giuste e necessarie, ricostruendo il sottotesto e suscitando un vivo interesse nello spettatore.
L’attore deve riconoscere la differenza tra movimento e azione ed abituarsi a agire con autenticità ogni situazione drammatica invece di "mostrarla" in maniera artificiosa.

Il workshop è un’occasione di incontro tra i partecipanti nel quale si può dire e ascoltare, tentar di fare e cercar di vedere, parlare delle cose ed esplorare il loro contrario.

 

STRUTTURA
Il workshop è condotto da Alberto Beccio ed è incentrato sul lavoro scenico con l’obiettivo di fornire un contributo a coloro che hanno l’esigenza di creare personaggi credibili, autentici e vivi in scena, superando tradizionalismi, clichè e timori, arrivando a scoprire la propria personale percezione della vita del personaggio.
Attraverso un rigoroso e serio lavoro artistico di ricerca ed espressione si affronteranno i seguenti temi:
- Osservazione e riproduzione del comportamento;
- Analisi attiva del testo e del ruolo;
- Le circostanze date;
- Dal “come se” al “se io fossi”;
- Stimolare, sentire e seguire gli impulsi;
- Analogie con il personaggio;
- Motivazione, intenzione, obiettivo e coerenza.
- Approfondimento del gesto;
- Organicità dell’azione.

I partecipanti presenteranno scene tratte da drammaturgie o sceneggiature di autori affermati e riceveranno indicazioni prima, durante e dopo il lavoro scenico. Ai partecipanti è richiesto di presentare scene della durata massima di 8 minuti, in versione integrale senza tagli o modifiche, e conoscere l'opera da cui è tratta la scena che presenta: che cosa accade prima e che cosa accade dopo.

 
ORARI DI LAVORO
Il workshop si terrà nei giorni 1 e 2 ottobre 2011. Gli orari sono dalle 10 alle 18 con una pausa per il pranzo.

Lo spazio attrezzato in cui si terrà il workshop è raggiungibile comodamente con le MM1 (rossa) e 2 (verde).

 

ISCRIZIONI
Il seminario è aperto a tutti coloro che hanno già avuto qualche esperienza teatrale o che hanno intrapreso un percorso formativo e desiderano approfondire il lavoro scenico.
Per iscriversi occorre inviare una e-mail a albertobeccio@hotmail.it  entro il 28 settembre 2011 indicando Nome, Cognome, Indirizzo Mail e Numero di Telefono e allegando il cv e una foto.
Il prezzo del seminario è di Euro 59.

Per ulteriori informazioni, albertobeccio@hotmail.it oppure chiamare il n. 348 8710867 .


COSE DA PORTARE
Abbigliamento sportivo comodo e leggero; calze antiscivolo o scarpe da ginnastica (non le stesse utilizzate per strada); una maglia per i momenti di riposo durante il lavoro; un asciugamano; una bottiglietta d’acqua in plastica, eventuali (pochi) oggetti necessari per la propria scena.